L’ACA in difficultà

0

A scunfitta di sabbatu scorsu di fronte à Tulusa hà fattu male à a squadra aiaccina sempre nanzu ultima di a classifica. Ma aldilà di i punti, ghjè u percorsu dapoi u principiu di a staghjone chì face paura. 

Quattru punti, una sola vittoria è una parità per quattru scunfitte, ci vole à fighjulà e statistiche per ritruvà un percorsu aiaccinu cusì debule dapoi anni è anni. À dilla franca, in Lega duie, percorsi cusì, ci n’hè pocu è micca. L’ACA appena di capu ind’a conca mentre chì qualchì mese fà (nanzu à marzu per esse precisu), a squadra ghjuvaca l’accessione in Lega una. Stu cambiamentu ci face pensà à dui anni fà quandu l’Aiaccini avianu persu l’ultime partite per a cullata in L1 di fronte à Tulusa è l’annu dopu s’eranu salvati à l’ultima ghjurnata (17i di a classifica). Ci si pare avà, ancu s’è solu sette partite sò state ghjucate, chè u versu serà u listessu. Di fattu, u resultatu, è ancu di più u scenariu di sabbatu, mettenu in vale u mancu di cufindenza d’una squadra chì manca di realisimu davanti è in difesa. Masimu ch’ella hà ghjucatu ottanta minute à ondeci contru à dece. È fora di a maiò parte di u primu tempu (una bella pressione durante vinti minute), ci hè pocu affare per suddisfà squadra tecnica, sustenitori è dirigenti. Ci vole à ricunnosce, oghje, chè a situazione hè periculosa. Sopratuttu quandu i prussimi avversarii sò Clermont, Troyes è Guingamp. U realisimu in attacca (parechje situazione per marcà) cum’è in difesa (nanzu à u penalty di fronte à Tulusa, u ballò era in i pedi di l’Aiaccini…), eccu ciò chì ci hà da vulè à travaglià per truvà una soluzione è permette à l’ACA di sorte d’issa situazione quì. N’hà a capacità. Ma u tempu passa…

Sparte

Dipusità unu cummentariu